SEZIONI NOTIZIE

Sebastian Abreu lascia il calcio: venerdì l'ultimo tango del Loco

di Redazione NS
Vedi letture
Foto
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Sebastian Abreu lascerà il calcio giocato a 44 anni: venerdì il Loco, amatissimo campione dell'Uruguay di Tabarez, giocherà il suo ultimo match e appenderà le scarpette al chiodo, per iniziare probabilmente una carriera da allenatore che aveva già assaporato al Santa Tecla (El Salvador) e in un breve periodo al Boston River, in Uruguay. Abreu chiuderà così una carriera infinita, durata la bellezza di 27 anni, nei quali il Loco ha giocato per la bellezza di 31 club e dato vita ad autentiche storie d'amore.

Abreu, recordman mondiale per numero di club da calciatore, viene ricordato da tutti per quel cucchiaio su rigore nella serie decisiva tra Ghana e Uruguay nei quarti del Mondiale 2010, ma è stato un attaccante sopraffino: per lui un totale di 404 reti in 786 presenze spalmate su 27 anni. Una carriera iniziata nel 1994 e con la maglia del Defensor Sporting, lasciato per approdare al San Lorenzo nel 1996-97: sono poi seguite le esperienze con Deportivo La Coruna e Gremio (1998), Tecos FC (1999-00), San Lorenzo (2000-01), Nacional (2001), Cruz Azul (2002-03), America (luglio 2003), ancora Nacional (2003-05), Dorados (2005-06), Monterrey (2006), San Luis e Tigres (2007), River e Beitar Jerusalem (2008), Real Sociedad e Aris Salonicco (2009), Botafogo (2010-12), Fluminense (2012), Nacional (2013), Rosario Central (2013-14), Aucas e ancora Nacional (2015), Sol de America e Santa Tecla (2016), Bangu, Central Espanol e Deportes Puerto Montt (2017), Audax Italiano e Magallanes (2018), Rio Branco (2019), Boston River (2019-20), Athletic Club (2021) e Sud America, dove chiuderà venerdì. 

Abreu ha dunque giocato in Uruguay, Messico, Argentina, Ecuador, Cile, Paraguay, Brasile, ma anche ad El Salvador e in Europa, calcando i campi della Liga spagnola con Real Sociedad e Depor, e di tornei minori come quello israeliano e greco. Nelle sue esperienze al Santa Tecla e al Boston River ha svolto il ruolo di allenatore-giocatore con risultati altalenanti, che avevano portato alle sue dimissioni dal Boston River dopo pochi mesi. E nel suo futuro potrebbe esserci proprio la carriera da allenatore: perchè Abreu, senza calcio, non sa stare...

Altre notizie
Domenica 20 giugno 2021
11:49 Calciomercato Il retroscena: Under offerto al Milan, i rossoneri hanno altre idee. E l'Eintracht... 10:27 Calciomercato Il Bologna tenta Kolarov: offerto un annuale 09:19 Estero Tottenham, primi contatti per Valverde: non è l'unico nome in lista 08:04 Primo Piano Tris di rinnovi per l'Inter: Marotta, Ausilio e Baccin verso il prolungamento 00:47 Calciomercato Marlon allo Shakhtar, è fatta: De Zerbi avrà il suo difensore
00:15 Serie A Brahim Diaz si avvicina al Milan: i dettagli
Sabato 19 giugno 2021
20:44 Serie B Menez verso l'addio alla Reggina: vari club sul francese 20:07 Calciomercato Tomiyasu all'Atalanta, manca pochissimo: nell'affare anche Colley 19:55 Lega Pro UFFICIALE: Maurizio Domizzi riparte dalla Fermana 19:33 Calciomercato Shopping in Serie A per la Reggina: si avvicinano tre colpi 19:08 Estero UFFICIALE: Depay è un nuovo giocatore del Barcellona 17:48 Lega Pro UFFICIALE: Zdenek Zeman torna al Foggia 16:51 Lega Pro Prende forma la FeralpiSalò di Vecchi: ecco Suagher, e non solo 16:18 Primo Piano La Fiorentina insiste per Italiano: è la prima scelta per il post-Gattuso 15:16 Estero Marco Silva può sbarcare in Russia: contatti col CSKA 15:04 Calciomercato Il Genoa spinge per Lammers: si lavora a un prestito 14:31 Calciomercato Il Feyenoord su Sutalo: può lasciare l'Atalanta 13:51 Calciomercato Aurora Galli sarà la prima italiana nella Premier League: è fatta con l'Everton 12:26 Estero André Silva può lasciare l'Eintracht: Mendes lo propone alle big 11:02 Calciomercato Atletico Madrid, settimana prossima le visite mediche di De Paul